Dirigere un pallone da calcio cambia istantaneamente il cervello del giocatore | happilyeverafter-weddings.com

Dirigere un pallone da calcio cambia istantaneamente il cervello del giocatore

Un titolo ricorrente nelle notizie sportive americane è la frequenza scioccante di una condizione chiamata encefalopatia cronica traumatica, o CTE. Il CTE è il risultato di anni di lesioni cerebrali ripetute, piccole e traumatiche. Queste non sono lesioni che sono abbastanza gravi da essere diagnosticate come una commozione cerebrale. Ogni lesione sembra causare la protezione del cervello producendo una sostanza chiamata tau-proteina. In piccole quantità, questa proteina aggrovigliata e filamentosa non è necessariamente dannosa per il cervello, ma in grandi quantità può "strangolare" i neuroni in modo che non possano più inviare messaggi l'uno all'altro.

Col tempo, i cambiamenti nella struttura del cervello producono sintomi visibili. All'inizio c'è qualcosa di simile al disturbo da deficit di attenzione, oltre a problemi di memoria e mal di testa. Più tardi possono esserci comportamenti irregolari, difficoltà nell'interazione sociale e episodi di scarso giudizio. Nei suoi stadi finali, il viso può assumere un aspetto simile alla maschera (ipomimia), il movimento può diventare difficile, il linguaggio può diventare confuso e può esserci depressione profonda. I giocatori che hanno appena abbastanza CTE per essere ancora mobili sono ad alto rischio di suicidio.

CTE è diventata una grande preoccupazione per il football americano

Il football americano offre molti esempi. Tra il 2008 e il 2010, la dottoressa Ann McKee ha annunciato di aver trovato prove di una condizione chiamata encefalopatia cronica traumatica (o CTE) nel cervello di 12 giocatori di football americano deceduti. Nel 2011, il dott. Bennet Omalu, un patologo legale, ha annunciato di aver trovato prove di una condizione chiamata encefalopatia traumatica cronica nel cervello dei calciatori Andre Waters, Terry Long, Justin Strzelczyk, Mike Webster e Tom McHale, due dei quali era morto per suicidio. L'anno successivo il lineback dei Kansas City Chiefs Jovan Belcher ha ucciso la sua ragazza e poi ha guidato fino allo stadio e si è ucciso davanti al direttore generale della squadra e all'allenatore. La sua famiglia ha chiesto un'autopsia, e in seguito è stato annunciato che aveva anche CTE. Mentre questo articolo è stato scritto nel novembre del 2016, 90 su 94 giocatori della National Football League deceduti autoprodotti dal Dr. McKee sono stati diagnosticati con CTE.

LEGGI Calcio migliora notevolmente la salute nei giovani

CTE non è solo un problema nel football americano

La CTE è stata identificata da atleti famosi nel football australiano, nella Major League Baseball, nel wrestling pro, nell'hockey su ghiaccio, nel bull riding, nel rugby, nelle arti marziali miste e negli sport estremi. Il trofeo della Major League Baseball Ryan Freel è stato trovato in possesso di CTE dopo essersi suicidato nel 2012. Il giocatore australiano di rugby Barry "Tizza" Taylor è morto di CTE nel 2013. La CTE è stata trovata nel cervello della star di arti marziali miste Jordan Parsons dopo essere stata ucciso da un guidatore ubriaco nel 2016. Ora i ricercatori stanno esaminando la possibilità di danni cerebrali derivanti dalla direzione della palla nel calcio, la gente del gioco al di fuori del Nord America di solito chiama il calcio. (Per il resto di questo articolo, mi riferirò al gioco come a un calcio.)

#respond