L'ansia per la malattia infiammatoria dell'intestino rende i Flare-Up più rapidi | happilyeverafter-weddings.com

L'ansia per la malattia infiammatoria dell'intestino rende i Flare-Up più rapidi

Le malattie infiammatorie intestinali sono notoriamente difficili da gestire in situazioni sociali. Malattie come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa sono causa di stanchezza cronica e dolori alle articolazioni, che sono abbastanza gravi, ma anche con:

  • Diarrea urgente che tende a verificarsi dopo aver mangiato porzioni più grandi del normale, come ad esempio in un pasto celebrativo.
  • Nausea e vomito dopo aver mangiato certi cibi o anche dopo aver pensato o parlato di certi cibi, specialmente nella malattia di Crohn. Una brutta esperienza con un alimento lascia un ricordo forte che può essere attivato dall'odore del cibo o dalle conversazioni sul cibo.
  • Crampi addominali intensi Non è solo che IBD provoca la diarrea. Provoca la diarrea con gravi crampi addominali. Il dolore di questi crampi può letteralmente togliere il fiato, farti scoppiare di sudore e persino svenire, proprio nel momento in cui devi correre verso il bagno.

Questi sintomi sono un grave problema nella vita quotidiana. Tuttavia, l'ansia e la depressione li rendono peggiori.

Gli scienziati esplorano la relazione tra ansia, depressione e IBD

Un certo numero di studi ha scoperto che le persone che hanno IBD tendono anche ad avere ansia e depressione. Una domanda persistente è stata se l'IBD provoca ansia e depressione o ansia e depressione causa IBD. Uno studio presso l'Università di York nel Regno Unito ha recentemente esaminato questa domanda.

La dott.ssa Antonina Mikocka-Walus e le sue colleghe hanno esaminato la letteratura e hanno scoperto che alcuni studi sembravano trovare una relazione tra malattia psichiatrica e IBD e altri no. Il suo gruppo di ricerca ha tentato di risolvere l'ambiguità nei risultati della ricerca studiando 405 pazienti IBD svizzeri nel tempo per determinare se esiste una relazione causale.

I ricercatori hanno scoperto che il 20, 2% dei partecipanti allo studio poteva essere diagnosticato con depressione clinica e il 37, 5% soffriva di disturbo d'ansia generalizzato. Alla linea di base, tuttavia, non c'era alcuna chiara relazione tra l'ansia o la depressione e l'avere una malattia infiammatoria intestinale. IBD non ha causato ansia o depressione, e l'ansia o la depressione non ha causato IBD, perché non c'era alcuna relazione statisticamente significativa tra di loro.

Tuttavia, le persone che avevano IBD e anche ansia e / o depressione hanno sofferto di riacutizzazioni di IBD più spesso. C'era una relazione più forte tra depressione e riacutizzazioni IBD di quanto non ci fosse tra ansia e infiammazione IBD. I ricercatori teorizzano che ciò potrebbe essere dovuto al fatto che le persone depresse non seguono esattamente gli ordini del medico, tuttavia, non che la depressione sia necessariamente una manifestazione di una relazione intestinale che causa anche IBD.

Se l'ansia e la depressione rendono peggiore la IBD, il trattamento dell'ansia e della depressione rende IBD migliore?

I ricercatori dell'IBD hanno esaminato la possibilità che parte di ciò che le persone che hanno la malattia di Crohn o la colite ulcerosa necessitino sia il supporto psicologico. I risultati degli interventi psicologici sono misti:

  • L'allenamento computerizzato per ridurre i livelli di ansia aiuta alcune persone ad un livello modesto, ma solo fino a quando l'allenamento continua.
  • La psicoterapia faccia a faccia non cambia il corso dell'IBD o influenza i sintomi, ma i pazienti sentono di avere una qualità della vita più alta quando la ottengono.

C'era, tuttavia, una forma di psicoterapia che sembra effettivamente migliorare l'IBD.

#respond