Sostituzione permanente del dente in pazienti con malattie gengivali | happilyeverafter-weddings.com

Sostituzione permanente del dente in pazienti con malattie gengivali

La malattia gengivale (parodontite) è estremamente comune in tutto il mondo [1]. Può essere comunemente indicato come malattia gengivale, ma in realtà colpisce tutte le strutture di supporto dei denti tra cui l'osso, il legamento, la superficie della radice e le gengive [2].

Questo è anche il motivo per cui la sostituzione permanente dei denti in pazienti con malattie gengivali è qualcosa che deve essere fatto con la dovuta considerazione e cautela.

Malattie gengivali e sostituzione permanente del dente

La malattia di gomma progredisce lentamente e non causa dolore. I cambiamenti che avvengono nella bocca possono non essere evidenti per il paziente e la distruzione che si diffonde silenziosamente può essere scoperta solo quando i denti non possono più essere salvati.

Questo è il motivo per cui è estremamente comune per i pazienti affetti da malattie gengivali avere denti mancanti e necessitare di una sostituzione permanente dei denti [3].

Malattie gengivali e protesi dentarie

Gli impianti dentali richiedono la presenza di un'adeguata quantità di supporto osseo per poter essere posizionati con successo e richiedono anche il mantenimento di una buona igiene orale, a lungo termine, per poter durare per un lungo periodo di tempo [4].

Nessuno di questi fattori è un dato nelle persone che soffrono di gravi malattie gengivali [5].

Se la causa principale della perdita dei denti è la parodontite, è probabile che sia necessario eseguire una certa quantità di aumento osseo per fornire il maggior supporto possibile all'impianto. Mentre ciò contribuirà ad aumentare le possibilità di successo, aumenterà anche il costo per il paziente e la complessità della procedura considerevolmente [6].

È stato anche trovato in modo conclusivo che i pazienti che soffrono di parodontite hanno molte più probabilità di soffrire di insufficienza dell'impianto dentale rispetto ad altri pazienti non affetti. Si ritiene che la ragione di questo sia una continuazione di cattive abitudini di igiene orale che contribuiscono alla crescita di batteri che causano malattie nella bocca [7].

Anche se gli impianti dentali sono realizzati in titanio e non sono influenzati dal decadimento, sono influenzati dai batteri che causano malattie gengivali indirettamente. L'osso che si forma attorno agli impianti e li tiene in posizione è ancora lo stesso che si forma intorno ai denti naturali, e in effetti, manca di alcuni legamenti che rallentano un po 'la diffusione della malattia intorno ai denti naturali.

Questo processo patologico, chiamato periimplantite, provoca una distruzione dell'osso intorno agli impianti, li libera e alla fine li fa cadere, proprio come i denti naturali [8].

Ciò significa che i pazienti con malattie gengivali non dovrebbero ricevere un trattamento implantare? Affatto. Ciò significa, tuttavia, che i pazienti devono comprendere l'importanza di mantenere una buona igiene orale e visite regolari dal dentista per una pulizia professionale per contribuire a rendere il loro trattamento implantare un successo [9].

Per i pazienti che sono in grado di mantenere un buon livello di igiene orale dopo aver ricevuto gli impianti dentali, le probabilità di successo sono simili a quelle di qualsiasi altro paziente non affetto. In alcuni casi, ai pazienti può essere richiesto di sottoporsi a un trattamento gengivale prima di poter inserire gli impianti dentali.

Corone dentali e ponti nei pazienti con malattie gengivali

È estremamente comune vedere i pazienti con corone dentali e ponti sopra i denti che sono stati compromessi dalle malattie gengivali, ed è una scelta estremamente scarsa a nostro avviso [10]. La malattia di gomma può essere limitata a pochi denti o diffusa in modo generalizzato attraverso la bocca.

Quando il supporto intorno ai denti diminuisce, questi denti tendono a scivolare in posizioni povere, a sviluppare spazi vuoti o a cadere completamente. Anche i denti rimanenti sono abbastanza spesso compromessi e caricarli con il peso di altri denti mancanti sta solo peggiorando le cose.

I pazienti spesso scelgono corone dentali e ponti perché non sono in grado di permettersi un trattamento implantare completo. In realtà, potrebbe essere meglio ottenere un trattamento gengivale per quei denti che possono essere salvati ed entrare effettivamente in una protesi parziale rimovibile in modo che le forze sui denti superstiti siano il più delicate possibile.

Se il dentista determina che i denti di supporto sono abbastanza forti da fornire supporto, le corone dentarie e i ponti possono essere posizionati senza ulteriori complicazioni. Bisogna fare attenzione, tuttavia, per garantire che il paziente migliori la loro igiene orale al fine di evitare che questi denti di supporto subiscano ulteriori perdite di supporto in futuro.

Conclusione

La malattia di gomma colpisce i denti e gli impianti in modo estremamente distruttivo. Questo è il motivo per cui la prima linea d'azione deve essere quella di tenere sotto controllo la malattia gengivale e quindi determinare quale tipo di sostituzione permanente del dente può essere intrapresa.

#respond