Superare l'agorafobia: come dire addio alla paura degli spazi aperti | happilyeverafter-weddings.com

Superare l'agorafobia: come dire addio alla paura degli spazi aperti

L'agorafobia è uno dei più comuni disturbi di panico, in cui il malato sperimenta un'estrema ansia in situazioni in cui ha poco controllo. Non solo la paura di spazi aperti, l'agorafobia può anche comportare la paura delle folle, la paura di viaggiare anche a breve distanza o la paura di nuovi luoghi e situazioni sociali. Alcune persone che hanno l'agorafobia non sono in grado di lasciare le loro case, ma la maggior parte delle persone che hanno la condizione sono in grado di uscire in pubblico ma nutrono paure irrazionali e fortemente tenute di imbarazzo se stesse di fronte ad altre persone.

agorafobia-looking-through-blinds.jpg

Agorafobia come ansia a palle di neve

L'agorafobia di solito inizia con un attacco di panico. Temendo un altro attacco di panico, la vittima si rifiuta di restituire il sito del primo. "La paura di essere timorosi" può crescere al punto che l'individuo che ha questa condizione non è in grado di lavorare, intrattenere normali relazioni con amici e familiari, incontrare nuove persone o partecipare ad attività al di fuori di una routine molto limitata. Non tutti gli attacchi di panico nei grandi spazi aperti o durante le interazioni con gruppi di persone, tuttavia, portano allo sviluppo di una fobia.

Un ambiente insolito, visitare una grande stazione ferroviaria della città per la prima volta, ad esempio, può essere estremamente stressante. L'autore di questo articolo allevato in fattoria ha subito un lieve attacco di panico la prima volta che ha preso un treno dalla Grand Central Station di New York City. Se un attacco di panico diventa agorafobia, tuttavia, dipende dal fatto che la persona che ha l'attacco è in grado di superare le sue paure e tornare al sito dell'angoscia per perseguire le normali attività. La seconda volta che lo scrittore di questo articolo visitò la Grand Central Station, non provò alcun tipo di panico.

Nessuno "scatta da" attacchi di panico agorafobici, ma affrontare paure può ridurre lo stress emotivo e farli andare via.

Altre cause di agorafobia

Dire che un agorafobico di "scappare" non funziona mai. Questo perché questo disturbo di panico non è interamente di origini psicologiche, o possono avere caratteristiche fisiche che interagiscono con le dimensioni psicologiche delle loro esperienze.

In alcuni casi, ma non tutti, di agorafobia, una parte del problema di fondo si trova nell'orecchio interno, nel sistema vestibolare. Alcune persone devono mantenere il loro equilibrio con l'aiuto di segnali visivi, guardando gli oggetti che li circondano. Queste persone possono provare un grave disagio in ampi spazi aperti perché (1) i loro canali auricolari interni non funzionano in modo da impedire loro di diventare vertigini e (2) punti di riferimento per stare in piedi o seduti possono essere difficili da trovare in una grande apertura spazio.

Vedi anche: Il disturbo ossessivo-compulsivo è un fattore di rischio per la schizofrenia?

In alcuni casi, ma non tutti, di agorafobia, parte del problema di fondo è l'abuso di sostanze. Gli agorafobici che sono dipendenti dai tranquillanti delle benzodiazepine, ad esempio, di solito migliorano quando escono dal farmaco. Sia il fumo che l'uso di alcool sono associati allo sviluppo di questo disturbo di panico. Sorprendentemente, fumare marijuana tende a peggiorare gli attacchi di panico, piuttosto che a migliorarli.

In alcuni casi, ma non tutti, di agorafobia, il problema sottostante potrebbe essere un disturbo dell'attaccamento. Il bisogno di essere fisicamente vicino a casa potrebbe essersi sviluppato dopo un'esperienza traumatica.
#respond