Perché è improbabile che nuovi farmaci mirati risolvano il problema del cancro? | happilyeverafter-weddings.com

Perché è improbabile che nuovi farmaci mirati risolvano il problema del cancro?

La possibilità di contrarre il cancro fa rabbrividire la schiena della maggior parte delle persone. Questo disturbo afflittivo può bussare alla porta di individui di tutte le età ed è responsabile della morte di milioni di persone ogni anno. Le opzioni di gestione per il cancro sono diverse, ma la maggior parte di esse sono ben riconosciute per i loro gravi eventi avversi. Ciò accade perché le sostanze anticancro (note collettivamente come agenti chemioterapici) agiscono su cellule che hanno un tratto singolare: si dividono rapidamente. Sfortunatamente, questa caratteristica non è esclusiva delle cellule cancerose. Anche le cellule sane, come le cellule del tratto digestivo, i follicoli del sangue e dei capelli, hanno questa proprietà. Pertanto, l'utilità della chemioterapia è limitata a causa della sua tossicità e, in alcuni casi, della sua efficacia limitata.

cancro-droga-on-banner.jpg

Terapia anti-cancro mirata: nuovo approccio per curare il cancro

Lo sviluppo di approcci terapeutici che evitano i terribili effetti collaterali della chemioterapia e massimizzano la probabilità di cura è uno sforzo continuo. L'attuale ricerca sul cancro si sta ora concentrando su un approccio molto specifico al trattamento: terapia farmacologica mirata. Le tecnologie e le conoscenze attuali hanno permesso ai ricercatori di avere una visione chiara delle mutazioni genetiche e di altre modifiche che sono alla base delle malattie cancerose. Si pensa che creando molecole che seguano queste specifiche modifiche, si possano sviluppare nuovi farmaci che attaccano le cellule tumorali e fanno meno danni alle cellule normali. Alcuni esempi di terapie mirate già disponibili sul mercato includono gefitinib per il trattamento del carcinoma polmonare non a piccole cellule e bortezomib per il trattamento del mieloma multiplo che non risponde ad altri trattamenti.

Per quanto promettenti possano essere questi farmaci, essi non dovrebbero essere considerati una soluzione infallibile. Sono ancora lontani dall'essere la cura indiscutibile per il cancro. Ma se sono mirati e altamente specifici, perché non sono così buoni come pensavamo che fossero?

Le cellule tumorali cambiano costantemente nel corso della crescita del tumore

Le escrescenze cancerose di solito iniziano come una singola cellula, che soffre di varie mutazioni e finisce per iniziare a dividersi in modo incontrollabile. Se quella fosse l'unica mutazione, le terapie mirate non avrebbero motivo di fallire. Ma le cellule cancerose mutano quasi continuamente nel corso della progressione della malattia e queste mutazioni consecutive le rendono sempre più aggressive e resistenti ai farmaci.

A causa delle diverse mutazioni che queste cellule soffrono, i tumori finiscono per essere costituiti da diversi tipi di cellule con diversi tipi di mutazioni.

Per saperne di più: Un singolo farmaco può trattare ogni tipo di cancro?

Nella migliore delle ipotesi, terapie mirate attaccano un gruppo di cellule mutate. Mentre questo potrebbe aiutare a rallentare la progressione della malattia, non pone fine a questo - proprio perché lascia intatti molti sottogruppi di cellule cancerose. Molti ricercatori hanno esaminato questo problema e ci sono molte prove a sostegno della sua veridicità.

#respond