Rischi associati alla chirurgia implantare dentale | happilyeverafter-weddings.com

Rischi associati alla chirurgia implantare dentale

Sarebbe difficile trovare una procedura chirurgica altrettanto efficace del posizionamento di impianti dentali. La maggior parte degli studi stima che il loro successo sia ovunque tra il 95 e il 98% a livello globale. Detto questo, la procedura prevede l'uso di trapani ad alta velocità in prossimità di una serie di strutture vitali della cavità orale. Come con tutte le procedure chirurgiche, ci sono alcuni rischi intrinseci coinvolti in una procedura di impianto.

Rischi associati al posizionamento di impianti

Infezione

Questo è di gran lunga il rischio più comune e quello che viene trascurato più spesso. È molto importante che la procedura sia eseguita in condizioni asettiche, con tutti gli strumenti correttamente sterilizzati. Pazienti e dentisti considerano questo come un dato, ma la realtà mostra che è necessario un alto livello di supervisione e competenza procedurale per ottenere un buon controllo delle infezioni.

Non c'è niente di sbagliato nel chiedere al medico che tipo di protocolli di sterilizzazione saranno seguiti. Nessuno degli strumenti sterilizzati deve essere toccato con una mano libera da guanti, l'orient deve essere adeguatamente drappeggiato e l'area operativa deve essere separata, organizzata e pulita.

L'infezione nel sito di posizionamento dell'impianto può impedire la guarigione e può anche portare a un fallimento precoce dell'impianto. Il paziente può affrontare problemi come gonfiore, dolore persistente, accumulo di pus e mobilità dell'impianto. Ci si può aspettare che le infezioni lievi guariscano con un ciclo di antibiotici, tuttavia le infezioni gravi richiedono la rimozione dell'impianto.

Nei casi in cui è richiesto anche un ulteriore innesto osseo, la necessità di evitare l'infezione diventa ancora più critica.

ferita

Le nostre ossa mascellari sono piene di nervi, arterie e vene che le attraversano. Sono anche relativamente sensibili ai danni meccanici se vengono applicate a loro forze improprie.

Le due strutture più ferite durante il posizionamento degli impianti includono il nervo alveolare inferiore nella mascella inferiore e il seno mascellare nella mascella superiore.

Entrambe queste e in effetti tutte le lesioni possono essere evitate con una corretta pianificazione. Nel caso del seno mascellare, tuttavia, la maggior parte dei casi si risolve da sola e si manifesta clinicamente solo come infezione sinusale persistente. In rari casi, l'impianto stesso può essere spostato nel seno mascellare e potrebbe dover essere rimosso attraverso un intervento chirurgico diretto del seno.

La ferita al nervo è molto più seria e duratura in effetti. Una leggera lesione al nervo può comportare una temporanea perdita di sensibilità alle aree che i dispositivi nervosi, tuttavia, un danno più grave al nervo può anche comportare la perdita permanente di sensazioni e la paralisi di un lato della mascella.

LEGGERE impianti dentali come soluzione per i denti mancanti

Fortunatamente, in casi complessi, i dentisti possono ora avvalersi di tecniche radiografiche avanzate come la CBCT che consentono una vista preoperatoria 3D e una pianificazione di precisione precisa.

L'abilità chirurgica del dentista entra in gioco anche in queste situazioni. Come paziente, è meglio essere sotto la cura di medici che sono stati addestrati specificamente in implantologia.

#respond