Endometriosi e Isterectomia | happilyeverafter-weddings.com

Endometriosi e Isterectomia

Quando una donna ha endometriosi, anche le crescite all'esterno dell'utero sanguinano durante il periodo. Tuttavia, non c'è modo per il sangue di lasciare il suo corpo, e l'infiammazione e il tessuto cicatriziale sono una conseguenza comune. Blocco o sanguinamento nell'intestino e problemi con la funzione della vescica possono verificarsi anche a causa di endometriosi. Alcuni medici pensano che l'isterectomia potrebbe aiutare questi pazienti.

Cos'è l'endometriosi?

Quando una donna ha l'endometriosi, il tessuto che riveste il suo utero (tessuto endometriale) cresce all'esterno dell'utero. Nessuno è sicuro del perché questo accada, ma quando questo tessuto cresce fuori dall'utero, è più comunemente dentro, sopra o sotto le ovaie, dietro l'utero, sui tessuti che tengono in posizione l'utero, o sull'intestino o vescica. In casi molto rari, le aree dell'endometriosi possono crescere nei polmoni o in altre parti del corpo. Quando il tessuto cresce, può svilupparsi in tumori o impianti. Queste escrescenze sono generalmente benigne e raramente associate al cancro. Le crescite possono causare dolore da lieve a grave, infertilità e periodi pesanti.

Quali sono i sintomi dell'endometriosi?

Un sintomo comune di endometriosi è il dolore. Questo dolore è principalmente nell'addome, nella zona lombare e nelle aree pelviche. La quantità di dolore che una donna sente non si riferisce a quanto l'endometriosi ha. Alcune donne non hanno dolore anche se la loro malattia colpisce grandi aree o se ci sono cicatrici. Alcune donne, d'altra parte, hanno un forte dolore anche se hanno solo alcune piccole aree di endometriosi da qualche parte nel corpo. I sintomi generali dell'endometriosi possono includere crampi mestruali estremamente dolorosi o invalidanti, in cui il dolore può peggiorare nel tempo. Queste donne sperimentano anche dolore pelvico cronico, tra cui dolore lombare, dolore durante o dopo il sesso e dolore intestinale.
I sintomi comuni sono movimenti intestinali dolorosi o minzione dolorosa durante i periodi mestruali, periodi mestruali pesanti, spotting premestruale o sanguinamento tra i periodi e infertilità. Inoltre, le donne che hanno l'endometriosi possono avere sintomi gastrointestinali simili a quelli di una malattia intestinale, così come l'affaticamento dopo i sintomi dell'endometriosi.
Non esiste una cura per l'endometriosi. Anche se ci sono molti trattamenti, ognuno con pro e contro, è ancora più importante costruire un buon rapporto con il medico.

In questo modo puoi decidere quale opzione è la migliore per te.

I farmaci antidolorifici sono raccomandati per alcune donne con sintomi lievi. In questi casi, non è necessario alcun ulteriore trattamento. Per le donne con endometriosi minima che desiderano una gravidanza, a seconda dell'età e della quantità di dolore, la cosa migliore da fare è avere un periodo di prova di sesso non protetto da sei mesi a un anno. Se lei non rimane incinta in quel momento, allora potrebbe aver bisogno di ulteriore trattamento.

La terapia ormonale potrebbe aiutare i pazienti che non desiderano una gravidanza, ma che necessitano ancora di cure per la loro malattia. I loro medici possono suggerire un trattamento ormonale, perché questi sono più efficaci quando le crescite sono piccole. Gli ormoni possono venire in forma di pillola, per iniezione o iniezione, o in spray nasale, a seconda della valutazione del medico. Ci sono diversi ormoni utilizzati per questo trattamento, tra cui una combinazione di estrogeni e progestinici come pillole anticoncezionali. Si potrebbe anche ottenere un progestinico da solo, Danocrino o un ormone maschile debole, e agonisti del GnRH, che è un ormone che rilascia la gonadotropina.

Le pillole anticoncezionali controllano la crescita del tessuto che riveste l'utero e spesso diminuiscono la quantità di flusso mestruale con due ormoni, estrogeni e progestinici. Una volta che una donna smette di assumerli, la capacità di tornare in gravidanza. Tuttavia, il problema è che i sintomi dell'endometriosi possono anche tornare. Alcune donne prendono le pillole anticoncezionali continuamente, senza usare le pillole di zucchero che dovrebbero segnalare al corpo di passare attraverso le mestruazioni. Quando una donna prende la pillola tutto il tempo, il periodo mestruale può fermarsi del tutto, il che può ridurre o eliminare del tutto il dolore. Alcune pillole anticoncezionali contengono solo progestinico, che è un ormone simile al progesterone.

La chirurgia è di solito la scelta migliore per le donne con endometriosi estesa e dolore severo. Ci sono interventi chirurgici minori e maggiori che possono essere d'aiuto, ma il medico ti suggerirà il trattamento chirurgico appropriato per te. Una scelta comune è la laparoscopia, che aiuta anche a diagnosticare la malattia. Se il medico curerà l'endometriosi durante questo intervento, dovrà eseguire almeno altri due tagli nell'addome inferiore, necessari affinché i laser o altri piccoli strumenti chirurgici passino nell'addome. Quindi il medico rimuoverà le crescite e il tessuto cicatriziale o li distruggerà con calore intenso e sigillerà i vasi sanguigni senza punti di sutura. L'obiettivo è quello di trattare l'endometriosi senza danneggiare il tessuto sano intorno ad esso. Il recupero dalla laparoscopia è molto più rapido che per la chirurgia maggiore, come la laparotomia.

Laparotomia è l'ultima risorsa per il trattamento dell'endometriosi perché è una procedura addominale importante. Durante questo intervento, il medico rimuove l'endometriosi o rimuove l'utero, che è un processo chiamato isterectomia. Il medico potrebbe anche rimuovere le ovaie e le tube di Falloppio durante un'isterectomia. Questo è necessario se le ovaie hanno un'endometriosi o se il danno è grave. Avere l'intervento chirurgico non garantisce che la malattia non ritorni, comunque, o che il dolore scompaia.

Isterectomia

Un'isterectomia è un'operazione che rimuove l'utero di una donna. L'utero o l'utero è dove un bambino cresce quando una donna è incinta. A volte le tube di Falloppio, le ovaie e la cervice devono essere rimosse contemporaneamente all'utero. Questi organi si trovano nell'addome inferiore di una donna. La cervice è l'estremità inferiore dell'utero e le ovaie sono gli organi che producono uova e ormoni. Le tube di Falloppio trasportano le uova dalle ovaie all'utero dove cresce il bambino. Se non hai ancora raggiunto la menopausa, un'isterectomia interromperà il sanguinamento mensile o i periodi. Inoltre, non sarai in grado di rimanere incinta.
Esistono diversi tipi di isterectomia. Un'isterectomia completa o totale rimuove la cervice e l'utero. Questo è il tipo più comune di isterectomia che i medici scelgono. Un'isterectomia parziale o subtotale, detta anche isterectomia sopra-cervicale, rimuove la parte superiore dell'utero e lascia la cervice in posizione. Un'isterectomia radicale rimuove l'utero, la cervice, la parte superiore della vagina e i tessuti di supporto - una scelta comune in alcuni casi di cancro. Spesso il medico rimuove una o entrambe le ovaie e le tube di Falloppio nello stesso momento in cui viene eseguita un'isterectomia. Quando lui o lei rimuove entrambe le ovaie e entrambi i tubi, la procedura è chiamata salopingo-ovariectomia bilaterale. Se il medico sceglie di rimuovere le ovaie in una donna prima che raggiunga la menopausa, l'improvvisa perdita della sua principale fonte di ormoni femminili le causerà l'improvvisa menopausa. Questo è chiamato menopausa chirurgica e può causare sintomi più gravi rispetto alla menopausa naturale.

Per saperne di più: endometriosi, fertilità e infertilità

Quanto sono comuni le isterectomie?

L'isterectomia è la seconda chirurgia più comune tra le donne negli Stati Uniti, e molto comune anche nel mondo. (La chirurgia più importante che le donne hanno è un parto cesareo.)

Ogni anno, i chirurghi eseguono più di 600.000 isterectomie. Circa un terzo delle donne negli Stati Uniti ha avuto un'isterectomia all'età di 60 anni. L'isterectomia è la migliore scelta di terapia per i fibromi uterini, tumori benigni comuni che crescono nel muscolo dell'utero. I fibromi spesso non causano sintomi e non necessitano di trattamento, e di solito si restringono dopo la menopausa, ma a volte causano forti emorragie o dolore. Ci sono alternative all'isterectomia nel trattamento dei fibromi. Questo può essere particolarmente importante per le donne più giovani che sperano di avere figli.

L'endometriosi è un'altra condizione benigna che colpisce l'utero ed è la seconda ragione principale per l'isterectomia. È più comune nelle donne tra i trenta e i quaranta, soprattutto nelle donne che non sono mai state incinte. Si verifica quando il tessuto endometriale (il rivestimento interno dell'utero) inizia a crescere all'esterno dell'utero e sugli organi vicini. Questa condizione può causare periodi mestruali dolorosi, sanguinamento vaginale anormale e talvolta perdita di fertilità. L'endometriosi di solito non è un problema per le donne dopo la menopausa, ma il trattamento potrebbe comportare un'isterectomia. Le donne con endometriosi spesso ricevono un trattamento con ormoni e farmaci che riducono i loro livelli di estrogeni. La chirurgia per rimuovere i cerotti del tessuto endometriale causando i sintomi può riuscire usando un laparascope o attraverso un taglio più grande nell'addome. L'isterectomia non dovrebbe generalmente essere la prima scelta nel trattamento dell'endometriosi, ma potrebbe aiutare quando altri trattamenti falliscono. Dovresti discutere con il tuo medico opzioni alternative di trattamento per l'endometriosi. Prova la medicina e le terapie ormonali, così come la laparoscopia. Se non ottieni miglioramenti, dovresti prendere in considerazione l'isterectomia.

#respond