Le sigarette elettroniche possono aumentare il rischio di complicazioni chirurgiche | happilyeverafter-weddings.com

Le sigarette elettroniche possono aumentare il rischio di complicazioni chirurgiche

È un fatto ben documentato e noto che l'uso di prodotti a base di tabacco, in particolare il fumo di sigarette, è direttamente correlato a complicanze post-chirurgiche come la guarigione ritardata della ferita e esiti sfavorevoli in procedure delicate come quelle eseguite in chirurgia plastica e ricostruttiva. Questi pazienti che fumano sigarette hanno maggiori probabilità di avere problemi con i loro innesti o lembi cutanei, che vengono eseguiti per molti tipi di interventi di chirurgia plastica e ricostruttiva. Si pensa che queste complicazioni di innesto o lembo cutaneo siano correlate a riduzioni del flusso sanguigno causate dalla nicotina e le voci di giornale attuali hanno rilevato le potenziali complicanze che possono essere causate dalla nicotina in questi prodotti a base di tabacco, specialmente in quei pazienti che sono fumatori e che hanno avuto la chirurgia plastica eseguita.

C'è stata una crescente popolarità nell'uso di sigarette elettroniche che usano l'elettricità per vaporizzare il contenuto nell'apparecchio, che è azoto liquido che è aromatizzato secondo le preferenze dell'utente. Quello che non si sa di queste e-sigarette è se ci sono problemi di salute associati al loro uso. Queste preoccupazioni si estendono al fatto che queste e-sigarette siano associate a qualsiasi complicanza post-chirurgica, specialmente negli interventi di chirurgia plastica e ricostruttiva in cui gli esiti positivi dipendono fortemente da un buon apporto di sangue nel letto della ferita del paziente o nel tessuto donatore.

Questa preoccupazione per le sigarette elettroniche è stata sollevata a causa dell'aumentato rischio di complicanze, dopo chirurgia plastica e ricostruttiva, nei pazienti che fumavano sigarette. Poiché le e-sigarette usano soluzioni contenenti nicotina, che potrebbero portare a problemi di lembo cutaneo menzionati, ulteriori ricerche sulla possibilità che le sigarette elettroniche causino questo problema erano giustificate.

La ricerca

I ricercatori hanno esaminato precedenti lavori di ricerca che hanno esaminato i possibili effetti sulla salute che l'uso di sigarette elettroniche, o "vaping", potrebbe avere su una persona. Lo scopo di questa ricerca è stato quello di determinare se ci fossero delle preoccupazioni riguardo l'argomento e quindi dare suggerimenti per i pazienti sottoposti a chirurgia plastica o ricostruttiva che fanno "svapare".

LEGGI L' esposizione di dieci fatti poco noti sulle sigarette elettroniche

Le scoperte

I ricercatori hanno fatto le seguenti detrazioni:

  • L'uso delle e-sigarette sembra essere una scelta più sicura rispetto al fumo di sigarette e potrebbe anche essere utile nei pazienti che stanno cercando di smettere di usare i prodotti del tabacco agendo come sostituto per allontanarsi lentamente dalla dipendenza dalla nicotina.
  • Non è chiaro quali siano gli effetti cronici dell'inalazione dei vapori di nicotina, ma non è stata trovata alcuna prova che queste sostanze chimiche abbiano provocato lo sviluppo di malattie cardiovascolari o di cancro come il fumo di sigaretta.
  • Poiché il fumo di sigaretta contiene anche altre sostanze chimiche e composti che possono causare restrizioni nel flusso sanguigno, il rischio di sigarette elettroniche che causano problemi di lembo cutaneo non sembra essere lo stesso. Tuttavia, ci sono domande riguardanti altre possibili tossine pericolose che possono essere trovate nel vapore elettronico della sigaretta. Chiaramente, sono necessarie ulteriori ricerche su questi aspetti.
  • In uno studio precedente condotto su pazienti sottoposti a chirurgia generale, è stato riscontrato che l'astensione dal fumo per 3 o 4 settimane prima dell'intervento chirurgico, ha ridotto il tasso di complicanze post-chirurgiche dal 40% al 20%.

Il significato clinico

Sulla base di questo e degli altri risultati, i ricercatori hanno suggerito che i pazienti si astengono dall'utilizzare le loro e-sigarette per 4 settimane prima che venga eseguita la chirurgia plastica e ricostruttiva, anche se non è stato ancora determinato se gli effetti sono simili al fumo di sigaretta. Si raccomanda quindi che i chirurghi plastici e ricostruttivi consigliano i loro pazienti di conseguenza.
#respond